StartUp, perché 9 su 10 falliscono?

website development - programmer writing html code

Quali sono le principali ragioni che decretano l’insuccesso di una StartUp? Le prime 10 cause per cui 9 StartUp su 10 falliscono.

  • 1. Le soluzioni che offrono non soddisfano un bisogno di mercato

Questa è la principale ragione per cui le StartUp oggi falliscono: offrono soluzioni, forse, ma queste quasi mai sono in grado di risolvere uno specifico e reale bisogno del mercato. E se non riesci a offrire concreta utilità, in che modo speri di trovare una nicchia di clienti a cui rivolgerti e disposti ad acquistare da te? Quel che devi fare è costruire un modello di business scalabile che sia in grado di rispondere ad un’esigenza specifica, reale e concreta.

  • 2. Mancanza di liquidità

La seconda ragione per cui le StartUp falliscono così di frequente è la mancanza di liquidità con cui far fronte ad acquisti, investimenti, imprevisti (questione mai da sottovalutare) e per fronteggiare le passività a breve termine.

  • 3. Il team non è quello giusto

Secondo la ricerca, una delle principali ragioni del fallimento di una StartUp è da rintracciarsi nella mancata adeguatezza del team prescelto, che deve possedere tutte le competenze, le abilità e le professionalità necessarie e adeguate per spingere il prodotto sul mercato e per farlo in totale autonomia. Dal perfetto mix di persone e di competenze nasce il successo di una StartUp.

  • 4. Il mercato è saturo e la concorrenza è sottovalutata

Certo, essere ossessionati dai competitors non è mai sano, per nessuna azienda, ma non lo è neppure sottovalutarli e mi riferisco sia ai concorrenti già presenti sul mercato sia ai nuovi possibili ingressi. Spesso le StartUp (lo studio ha registrato il 19% dei casi esaminati) si trovano ad affrontare problemi di saturazione del mercato, pieno zeppo di aziende che soddisfano il medesimo bisogno e che non portano nulla di nuovo e di innovativo in quello specifico settore. In casi come questo il fallimento è annunciato!

  • 5. Problemi di costo e di prezzi

Una delle maggiori difficoltà per una SturtUp è fissare un costo per il prodotto che non sia troppo basso e neppure troppo alto, che valorizzi il prodotto, che garantisca guadagni e che, al tempo stesso, soddisfi le esigenze e le aspettative del mercato. Insomma, il prezzo fissato deve essere equo e adatto al prodotto o servizio, oltre che al mercato di riferimento, e deve essere capace almeno di coprire i costi, se non di garantire guadagni, ai quali (in alcuni casi) si potrebbe aspirare anche in un secondo momento, quando il prodotto e il brand hanno raggiunto maggiore maturità e familiarità presso il target di riferimento.

  • 6. Il prodotto o il servizio non è user-friendly

L’insuccesso di una StartUp è imputabile anche all’incapacità di ascoltare il proprio cliente, al fatto di ignorare (alcune volte volutamente altre inconsciamente) i suoi desideri, le necessità, i sogni e i bisogni. Non dargli quello di cui ha bisogno e quello che desidera è un grave sbaglio.

  • 7. Il modello di business è fondamentale

Senza un modello di business ben preciso da seguire e su cui fare affidamento è impossibile per una StartUp puntare al successo. E’ molto importante che il business sia scalabile, ovvero che dimensioni, clienti e volume d’affari possano crescere in modo anche esponenziale senza che sia necessario un impiego di risorse proporzionali. Una StartUp, quindi, ha successo se riesce a sfruttare le economie di scala e se ha previsto dei canali e dei modelli di business alternativi a quello con cui sta avviando l’attività, nel caso in cui dovesse non funzionare.

  • 8. Investire in Marketing può essere vitale

Investire in Marketing può essere vitale per una StartUp (e non solo). Fare indagini di marketing, capire il proprio target di riferimento, i gusti, le esigenze, le abitudini significa capire in che modo attirare la sua attenzione, convertirli poi in contatti, dopo in clienti e, infine, fidelizzarli. Intercettare le persone giuste e comunicare a loro nel modo adeguato è essenziale per ogni impresa, sia per una StartUp sia per un brand longevo.

  • 9. Inflessibilità e mancanza di risposta adeguata ai feedback dei clienti

Procedere dritto per la propria strada senza avere occhi per guardare né orecchi per sentire significa essere chiusi e autolesionisti. L’inflessibilità, l’incapacità di osservare e di ascoltare i proprio clienti, di capire le loro risposte, quindi i loro reali e concreti bisogni e desideri, significa fallire. Prestare attenzione ai tuoi clienti e adattarti alle loro richieste è saggio e fondamentale per proseguire lungo la strada del successo.

  • 10. Arrivare nel momento giusto è fondamentale

Rilasciare il prodotto nel momento sbagliato è una delle cause più frequenti di insuccesso di una StartUp. Immettere sul mercato un prodotto con largo anticipo significa che non sarà percepito positivamente o non sarà percepito come utile dai tuoi potenziali clienti, poiché non avranno ancora ben chiaro cosa potrebbe fare di prezioso per loro. Immettere sul mercato un prodotto in ritardo vuol dire perdere un’importante opportunità di business poiché, nel frattempo, i tuoi competitors avranno già occupato il mercato. Insomma, arrivare nel momento giusto è fondamentale.

Fonte: webstation

Show Buttons
Hide Buttons